Al via la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba – Il Palio degli Asini

Home  >>  Eventi  >>  Al via la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba – Il Palio degli Asini

Al via la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba – Il Palio degli Asini

Siamo giunti alla settimana che precede il fatidico Palio degli Asini di Alba. Uno dei momenti più belli, quello che forse caratterizza maggiormente il calendario di eventi della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

Si tratta di una delle rievocazioni storiche e folkloristiche che animano la fiera e che colorano la città con i costumi medievali dei borghi cittadini. Durante la sfilata del corteo storico riecheggiano nelle vie della città le fanfare di trombe ed i rulli di tamburo, che danno il ritmo alla parata e ai lanci di bandiere. E si fa un tuffo nel passato.

I veri protagonisti... gli asini! www.xn--cos-8la.com

I veri protagonisti… gli asini! photo by www.xn--cos-8la.com

Le origini di questa manifestazione partono da lontano.

In epoca medievale le città di Alba e di Asti erano in perenne conflitto, in quanto entrambe volevano il dominio commerciale sul fiume Tanaro, all’epoca navigabile e unica via di comunicazione importante. A quanto si racconta, nel 1275 gli Astigiani, nell’ennesimo tentativo di conquistare questo predominio, assediarono la città di Alba. E poichè fin dal XII secolo ad Asti si correva il Palio con i cavalli per festeggiare il santo patrono della città, San Secondo, trovandosi invece in quei di Alba impegnati, decisero di tenere il Palio lì, facendo correre gli equini all’esterno della cinta muraria albese. A quel punto gli Albesi, feriti profondamente nel loro orgoglio, decisero di vendicarsi e sbeffeggiare i nemici Astigiani. Decisero quindi di far correre gli asini, che dovevano appunto rappresentare gli abitanti di Asti, all’interno delle fortificazioni cittadine, in modo che gli Astigiani all’esterno potessero facilmente capire cosa stava succedendo. E così avvenne.

Di questa leggenda è rimasto il folklore e la tradizione. Dal 1935, quando è nata la Fiera del Tartufo Bianco d’Alba, ogni anno si ripete questo evento. Migliaia di figuranti vestiti in abiti medievali sfilano per le vie cittadine, accompagnati dagli sbandieratori dei vari borghi della città, dalle fanfare e dai tamburini che cadenzano la marcia.

Gli sbandieratori del Gruppo Storico Città di Alba

Gli sbandieratori del Gruppo Storico Città di Alba

Finchè ci si raduna tutti nell’arena destinata alla corsa degli asini. Nella mattinata gli asini vengono assegnati ai borghi mediante estrazione e finchè non si corre la gara i fantini possono cercare, per quanto possibile, di instaurare un rapporto ed una certa affinità con gli animali.

La corsa è animata dalle urla dei boghigiani che tifano per il proprio borgo e dagli spettatori che si lasciano trascinare dal loro entusiasmo. La gara consta di due batterie eliminatorie ed una finale. Il premio invece è il Palio, come accade a Siena. Quest’anno sarà l’immagine di un piatto di Enrico Crippa, chef e titolare del ristorante 3 stelle Michelin Piazza Duomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *